Zur Navigation  Zum Inhalt
Home Musica Fare musica con il web? Lo spiega un nuovo manuale dedicato ai musicisti indipendenti.
Marketing Culturale © Tutti i diritti riservati

Fare musica con il web? Lo spiega un nuovo manuale dedicato ai musicisti indipendenti.
Fare musica con il web può essere un’attività straordinariamente interessante e remunerativa per i musicisti indipendenti; ma anche un’importante attività in grado di preservare l’aspetto multipolare della moderna cultura musicale.

La rivoluzione è finalmente arrivata: oggi, grazie ad internet, chiunque può promuovere e vendere la propria musica sul world wide web, sfruttando i grandi negozi musicali online e la cassa di risonanza mediatica composta dai social network.

Questa rivoluzione non interessa solamente per la propria valenza su base economica ma soprattutto per il contributo che è in grado di offrire al moderno contest musicale. Fino ad ora la maggior parte delle vendite musicali si è concentrata nelle grandi manifestazioni e nei cantanti con case discografiche alle spalle.

Per un musicista indipendente, appartenente ad una nicchia di riferimento, significava non avere la possibilità di mantenersi dignitosamente con la propria professione. Fino a qualche anno fa era infatti impossibile sfruttare il web per vendere il frutto della propria attività e passione musicale.

Oggi le cose stanno cambiando radicalmente. Al diminuire del potere delle case discografiche e dei grandi network radiotelevisivi sorge un nuovo modello digitale policentrico. Sul web, prolificano i servizi che permettono ai musicisti indipendenti di pubblicare in autonomia la propria musica all’interno dei principali store mondiali, come Amazon Mp3 ed iTunes Music Store, guadagnando delle royalty.

Questa opportunità prospetta una grande rivoluzione per chiunque abbia la passione di fare musica, perché permette di costruire un contatto economico di tipo diretto con i propri supporter e fan. Gli appassionati - acquirenti diventano quindi mecenati moderni, in grado di sostenere il proprio musicista indipendente anche con piccoli acquisti.

In parole povere, significa che finalmente tutti i musicisti hanno la possibilità di ottenere un guadagno dal proprio lavoro musicale (vendendo la propria musica direttamente su internet), similmente a come succedeva per i cantanti che incidevano e distribuivano la propria musica nel mercato tradizionale.

L’attività che segue a questa rivoluzione silenziosa sul web foraggia così il dinamismo artistico di migliaia e migliaia di musicisti che non trovano sbocco sui canali della distribuzione musicale tradizionale.

Ma se è vero che oggi il musicista ha la possibilità concreta di commercializzare il proprio lavoro in modo diretto, perché sono ancora in così pochi a farlo? La spiegazione in Italia è la mancanza di una diffusa cultura digitale, che costituisce la base per poter approfittare di questa preziosa opportunità.

I passi per portare le proprie composizioni musicali nei principali negozi di musica digitali sono semplicissimi, ma senza il giusto know how difficilmente si riesce a centrare l’obiettivo. Questo spiega anche il grande successo di “P romuovere il proprio libro online ”, la prima pubblicazione in Italia destinata al vasto pubblico di musicisti e cantanti desiderosi di concretizzare dopo tanti anni la propria passione.

Organizzare un giusto piano di marketing musicale e di diffusione online, preparare la musica per la vendita digitale e scegliere i migliori store online in base alle proprie esigenze: questo è molto altro è quanto spiegato dettagliatamente all’interno della guida.

Una vera e propria bibbia di riferimento per il musicista 2.0 e per chiunque voglia coniugare la propria passione con le nuove opportunità offerte dall’era digitale.
Scopri ora tutti i dettagli sul manuale Musicista 2.0
 

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

top of page
© Tutti i diritti riservati