Zur Navigation  Zum Inhalt
Home Interviste Vivere con Intuito: l'intervista a Francesco Martelli
Marketing Culturale © Tutti i diritti riservati

Vivere con Intuito: l'intervista a Francesco Martelli
Vivere con IntuitoMarketingeditoriale.com intervista Francesco Martelli, co-autore insieme a Carmelo Carlo Fiorito del libro “Vivere con Intuito” pubblicato da Tecniche Nuove.

Buongiorno Francesco, e grazie per aver accettato la nostra intervista. Partiamo dall’idea di base: da quanto tempo stavi progettando la pubblicazione di un libro come questo e perché?

FM:  “Moltissimo tempo, forse addirittura 3-4 anni. Il libro era già pronto da tempo, ma i tempi dell’editoria sono estremamente lenti in confronto a quelli dell’intuito, che sono quasi immediati”

Com’è nata la collaborazione con Carmelo Carlmelo Fiorito e cosa vi ha spinto a scrivere questo libro a quattro mani?

 

FM: “Carmelo è stato uno dei  miei più appassionati allievi di vecchia data, fin dal lontano 2002, ed ha deciso di aiutarmi a scrivere questo libro perché è sinceramente interessato e, unico tra tanti, ha deciso di dedicarsi a investire tempo ed energie su questo progetto. E’ stato mio allievo dei corsi di specializzazione in PNL che ho tenuto durante il decennio passato, ai corsi di ipnosi, di quelli sull’intuito, sul sesto senso ed oltre. E’ uno dei pochi che ha investito tanto tempo, denaro e ha anche deciso di mettere la propria faccia, su ciò che ha imparato da me. Ha anche sviluppato alcune tecniche e metodi di sua iniziativa.”

 

Già dal titolo si capisce come l’intuito possa essere una risorsa valida ai nostri interrogativi e problemi non solo in via estemporanea, ma anche nella propria quotidianità. Potresti raccontarci in che modo l’intuito può cambiare la vita del lettore?

 

F.M.: Vivere con intuito ti cambia la vita perché seguendolo trovi molto più coraggio, sicurezza, creatività, velocità, efficacia, in tutto ciò che fai. Smetti di dubitare di tutto, di bloccarti per niente, di rimuginare troppo, riesci a pensare e ad agire in modo molto più determinato, veloce e mirato. La tua grande sicurezza ti viene da un senso di certezza di essere sulla strada giusta, anche quando non avresti motivo razionale di averla. In molti casi, poi, l’intuito di guida a chiarire e a realizzare la tua missione, i tuoi talenti e la visione di quello che vuoi veramente fare nella tua vita.

Il libro parte da un presupposto davvero interessante e se vogliamo per molti aspetti rivoluzionario: che l’intuito sia già naturalmente presente in ognuno di noi. Qual è, secondo te, il motivo per cui molte persone non ne sono ancora consapevoli?

F.M.: Perché hanno estremamente sopravvalutato la propria logica e razionalità ed altrettanto sottovalutato il proprio intuito, fino al punto da dubitare di averlo. Sarebbe un po’ come dubitare di avere i muscoli addominali, solo perché non hai mai fatto esercizi specifici per svilupparli. Ma in realtà questi muscoli lavorano tutti i giorni senza che ce ne rendiamo conto.


Non è colpa di nessuno in particolare, ma della nostra cultura e società nel suo complesso. Abbiamo creato una tale sopravvalutazione delle potenzialità della razionalità, della ragione logica, del calcolo, dell’analisi, da dimenticarci che le potenzialità dell’altro emisfero celebrale, quello destro, sono estremamente più ampie, come tutti i neuroscienziati sono ormai concordi nel ritenere.

E’ possibile, secondo te, analizzare le potenzialità dell’intuito solo da un punto di vista e con un background scientifico, oppure è necessario affrontare questa tematica valicando anche i normali limiti della scienza?

F.M.: Molte volte con il metodo scientifico classico e con le idee della scienza ufficiale si fatica a studiare e a comprendere questi fenomeni. D’altra parte la comprensione dei fenomeni intuitivi sta avanzando proprio perché qualche scienziato mette in discussione i vecchi paradigmi, metodi e modi di pensare. Personalmente sto partecipando come “cavia” a molti esperimenti scientifici, sia a Londra che in Italia, sperando di contribuire all’accumulo di più dati e conoscenze sull’argomento. Una certa parte di scienziati, per vari motivi, è sostanzialmente ostile e scettica a tutto ciò è nuovo e diverso rispetto ai dati e alle teorie già esistenti. Molti altri invece sono sinceramente aperti a nuove prospettive e più flessibili, pur restando entro il metodo scientifico di indagine e di analisi. Quando arriveremo ad una dimostrazione scientifica condivisa di come e perché l’intuito funziona, credo che il panorama scientifico sarà molto cambiato rispetto a quello attuale. Probabilmente avverrà con una nuova generazione di scienziati.

Quanto tempo è necessario solitamente per imparare ad utilizzare il proprio intuito consapevolmente?

F.M.: Pochi giorni soltanto, per risvegliarlo fortemente e per imparare ad utilizzarlo a livello basilare. Molti mesi e addirittura anni, se si vogliono raggiungere risultati eccellenti nell’usare in modo estremamente affidabile l’intuito. Tutto dipende da cosa vuoi fare e quanto lontano vuoi arrivare.

Francesco, potresti raccontarci quali sono le reazioni dei primi lettori che hanno letto il libro? Che tipo di risultati può aspettarsi un lettore dall’acquisto del manuale?

F.M.: I riscontri che mi sono arrivati sono molto positivi, perché sono state apprezzate la chiarezza, la sintesi, l’abbondanza di esercizi e di spunti di tipo pratico. Il libro è stato scritto per avere un approccio a questo argomento ed un primo inizio di esercizi e di pratiche quotidiane, utili a raffinare l’intuito. Volutamente non abbiamo voluto scrivere un trattato esaustivo e definitivo sull’argomento. E’ un testo base e intermedio per chi vuole sviluppare, in pratica, questa abilità.

Potresti introdurre ai nostri lettori alcune delle tecniche e strategie che potranno apprendere studiando le pagine di “Vivere con Intuito”?

F.M.: Una delle tecniche più essenziali che apprenderanno è quella per entrare affidabilmente nello stato mentale intuitivo. E’ la tecnica per “Entrare nello stato”. Altre due molto utili e importanti sono quella del “Problem Solving intuitivo” e quella per prendere decisioni con l’intuito: “Le strade intuitive”.

Qual è l’ambito della vita personale nel quale si sperimentano i maggiori benefici dello sviluppo del proprio intuito?

F.M.: Questo dipende dall’ambito nel quale ognuno di noi decide di focalizzare

particolarmente la sua abilità intuitiva. Per molti è quello professionale.

E per chi desiderasse andare oltre al libro, è possibile prevedere un percorso di formazione specifico per lo sviluppo del proprio intuito e talento personale?

F.M.: Certamente: esistono corsi di formazione specifici, ed in alcuni casi anche percorsi individuali, tutti visibili sul mio sito web www.francescomartelli.info

Marketingeditoriale.com ringrazia Francesco Martelli per la sua gentile disponibilità, ed invita tutti i visitatori a leggere il libro “Vivere con Intuito” al seguente indirizzo web.



 

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

top of page
© Tutti i diritti riservati