Zur Navigation  Zum Inhalt
Home Cinema Trilogia: il pensiero, lo sguardo, la parola (2008)
Marketing Culturale © Tutti i diritti riservati

Trilogia: il pensiero, lo sguardo, la parola (2008)
Tre episodi per altrettante riflessioni sui sensi e sul sapere dell'uomo.
 
Prima del film, incontro con Luciano Emmer, Enrico Ghezzi e il Conservatore della Cineteca Nazionale Sergio Toffetti.

Cinema Trevi, Roma, 20 gennaio ore 21.

Il 20 gennaio 2009, presso il cinema Trevi, sede espositiva della Cineteca Nazionale, il Centro Sperimentale di Cinematografia, in collaborazione con Officina Film Club, rende omaggio a Luciano Emmer con la presentazione - alla presenza dell'autore, ospite Enrico Ghezzi e moderatore il Conservatore della Cineteca Nazionale Sergio Toffetti - del suo ultimo lavoro: Trilogia: il pensiero, lo sguardo, la parola (la copia è gentilmente concessa da Vivo Film).
 
Si tratta di un film di un'ora in tre episodi, di cui Emmer scrive soggetto e sceneggiatura, cura la regia, nonché il montaggio; un'opera di riflessione sui grandi percorsi dell'umanesimo, che parte dalla filosofia antica, greca e romana, trattata nel primo episodio, passa per la "storia dello sguardo" nelle arti visive, dai graffiti preistorici alle pale medievali, dai dipinti impressionisti e cubisti ai manifesti pubblicitari di oggi, per arrivare, nel terzo episodio, alla dimensione individuale dell'autore, al racconto leggero di una giornata di solitudine nella sua casa di montagna, attraversata dalle parole dei grandi pensatori del passato - Shakespeare, Spinoza o Gogol - quanto dall'eco delle tradizioni orali della cultura popolare.  

Il percorso di Emmer era iniziato nel lontano 1938 con Racconto di un affresco, un documentario d'arte dedicato agli affreschi di Giotto nella Cappella degli Scrovegni a Padova. Che avvia, insieme al successivo Paradiso terrestre (1940), sui quadri di Bosch, una fortunata carriera di documentarista, d'arte - Goya (1950), Leonardo da Vinci (1952) e Picasso
(1954) -  ma non solo, si pensi a Destino d'amore (1942), e Isole nella laguna (1948). Lo sguardo documentaristico si esprime anche nella fiction.
 
Del 1950 è Una domenica d'agosto, film corale che disegna con acutezza bozzetti di "tipi" italiani; seguono, con cadenza quasi annuale, Le ragazze di piazza di Spagna (1952), Terza liceo (1954) e La ragazza in vetrina (1960). Il nome di Emmer è legato anche al Carosello televisivo, per il quale realizza numerose scenette fra il 1957 e il 1976. Nel 1988 torna al documentario d'arte con La bellezza del diavolo. Viaggio nei castelli trentini, mentre nel 1990 gira il lungometraggio Basta! Ci faccio un film.
 
Nel 2001 torna a cimentarsi ancora con un film di fiction con Una lunga, lunga, lunga notte d'amore, cui segue nel 2003 L'acqua... il fuoco.

L'ingresso è gratuito

Trilogia: il pensiero, lo sguardo, la parola (2008)
Regia: Luciano Emmer; soggetto e sceneggiatura: L. Emmer; fotografia: Ugo Lo Pinto; montaggio: L. Emmer; voci: Teresa Saponangelo, Franco Agostini, Philippe Charles Barbot;
Origine: Italia;
Produzione: New Film 7
International; durata: 60'
 
Maggiori informazioni: www.fondazionecsc.it
 

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

top of page
© Tutti i diritti riservati